Curiositybox

Personaggi, Avvenimenti, Notizie, Invenzioni e Curiosità dal Mondo della Scienza

Scoperto un fungo che produce combustibile diesel verde

Posted by curiositybox su 30 agosto 2009

Il «micodiesel» potrebbe rivoluzionare panorama energetico
 
 
ROMA
Un fungo potrebbe in un futuro non troppo lontano rivoluzionare il panorama energetico mondiale. Ricercatori americani hanno scoperto nella foresta pluviale della Patagonia un fungo degli alberi, dell’albero Ulmo, Eucryphia cordifolia, che produce una mistura di sostanze chimiche, molto simili al combustibile diesel. Secondo gli scienziati questa sostanza, che il fungo produce sotto forma di vapore, può essere più facilmente del diesel, estratto, purificato e immagazzinato e, inoltre, può essere pompato direttamente nel serbatoio dell’automobile.

«Sul pianeta non c’è un altro organismo conosciuto che fa la stessa cosa – ha detto Gary Strobel dell’Università Statale del Montana, Bozeman US, che ha identificato i vapori diesel del fungo chiamato Gliocladium roseum, un endofito che vive in simbiosi con la pianta tra le sue cellule . Il fungo contiene geni che producono enzimi che degradano la cellulosa in vapori diesel, la cui composizione chimica verrà dettagliatamente descritta sul numero di novembre di Microbiology , »I risultati delle analisi del «micodiesel» sono inaspettati e molto eccitanti«, ha commentato Strobel.

Da quello che emerge dall’articolo pubblicato oggi su New Scientist, le analisi mostrano che i vapori sono ricchi di idrocarburi, gli stessi del diesel e in più ci sono basse quantità di alcol e esteri che bruciano insieme in modo più efficiente e pulito. L’alto contenuto di idrocarburi puri indica che la combustione del diesel verde ricavato dal fungo è migliore di quella del bioetanolo prodotto dalla canna da zucchero.

I biocombustibili sono considerati un’alternativa conveniente e sana ai combustibili fossili che producono i tanto famigerati gas serra. L’Unione Europea ha fissato l’ obiettivo del 5.75% entro il 2010 e 10% entro il 2020 per i combustibili verdi. Ma c’è chi critica questo obiettivo perchè i biocombustibili attuali, si dice, oltre a dare un contributo basso nella riduzione dell’inquinamento atmosferico, sono anche causa dell’aumento dei prezzi del cibo e della deforestazione. Produrre biocombustibile sostenibile diventa quindi un obiettivo primario da raggiungere e questa scoperta è stata considerata dagli esperti molto incoraggiante.

«È il composto organico più abbondante prodotto naturalmente sulla Terra – ha spiegato Strobel – ma la maggior parte di esso finisce in scarto. Con la fermentazione del fungo, si potrebbe produrre un’enorme quantità di vapori diesel pronti per l’uso. Ma è necessario fare più esperimenti per dimostrare che questa idea è praticabile».

fonte: la stampa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: