Curiositybox

Personaggi, Avvenimenti, Notizie, Invenzioni e Curiosità dal Mondo della Scienza

Archive for the ‘fai da te’ Category

online il nuovo portale per la vendita di componenti elettronici

Posted by curiositybox su 4 giugno 2017

 

potete trovare oltre 3000 Articoli per l’elettronica:

 

www.ecomponent.eu

 

 

commercio online componenti elettronici

Posted in elettronica, fai da te, pubblicazioni, radio, tecnologia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Come assorbire il ritmo Sole-Terra

Posted by curiositybox su 16 giugno 2013

Abbiamo energizzato l’acqua minerale e una bevanda dissetante

Noi della redazione di Curiositybox abbiamo voluto sperimentare, come il ritmo magnetico Sole-Terra sia in grado di energizzare le sostanze liquide.

L’occasione ci è stata offerta da 2 apparecchi che a suo tempo costruimmo insieme a Pier Luigi Ighina nel suo laboratorio di Imola. Siamo quindi andati in garage e abbiamo rispolverato il nostro archivio storico dove erano conservati i 2 apparecchi che si vedono nella foto. L’apparecchio n.1 , che replica in scala 1 a 3 un precedente prototipo costruito da Ighina e consegnato negli anni 80 ad un ingegnere di Rimini che si era rivolto a lui, ha lo scopo di accumulare energia solare (colore giallo) ed energia terrestre (colore blu) convogliandole alla parabola verde, che direziona il ritmo di queste due energie verso una sostanza assorbente, cioè l’acqua. Caricando per 12 ore circa l’acqua potremo sorseggiare bicchieri di acqua energizzati, ogni volta che ne sentiamo la necessità.

foto1a       foto1b

foto apparecchio n.1

 

L’apparecchio n.2 mostra un accumulatore di energia solare e terrestre di dimensioni maggiori rispetto al n.1 . Abbiamo posizionato una bevanda dissetante composta da acqua, caffè, zucchero, miele, limone, vitamina B12 e alcuni cucchiai di alcool buon gusto in un predellino posizionato a metà della macchina. Abbiamo intenzione di tenere in carica la miscela liquida per 7 giorni, dopo di che andremo a prelevare 20cc (bicchierino piccolo) ogni giorno a digiuno per 2 settimane, allo scopo di migliorare in nostro benessere.

 

foto2a       foto2b

foto apparecchio n.2

Posted in fai da te, magnetismo, radionica, sociale | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quanto consuma il tuo pc ?

Posted by curiositybox su 30 agosto 2009

Chi non si è mai posto questa  domanda ? Il nostro caro computer, fisso o portatile quanto consuma di energia elettrica e quanto incide nella nostra spesa finale ? Io me la sono posto ieri e cercando in rete… ho trovato un sito molto interessante.  Permette di calcolare il consumo inserendo i dati tecnici del proprio pc e monitor, tanto da dare risultati molto precisi, inoltre calcola il costo annuo con le tariffe aggiornate.

Il sito in questione è stato realizzato dall’ unione europea in collaborazione con energy star ed è molto semplice ed intuitivo anche per i meno esperti. Procediamo con ordine alla descrizione del sito.

In alto si trovano e tabelle: PC, schermo e utilizzo. Nella prima colonna selezioniamo il tipo di pc in nostro possesso, ecco come scegliere:

  • Server piccolo: server comune di bassa qualità per l’ufficio o la casa (Celeron o P4 / 2.8 GHz / 256 MB RAM).
  • PC economico: PC economico fisso (per esempio Celeron (2 GHz), Sempron (3000+) o simili / 512 MB RAM / 250 GB). Prezzo stimato = prezzo del sistema (incl. 17″crt) meno € 100, -.
  • PC multimedia: desktop multimedia, per esempio Athlon X2, Core 2 Duo o simili / 2.4 GHz / 1024 MB RAM / 320 GB e grafica più potente.
  • Workstation: PC con desktop ad uso professionale per CAD/computer grafico/ricerca scientifica. Per esempio unità di elaborazione doppia (Opteron, Xeon, Core 2 Quad o simili / 3 GHz / 8 GB RAM / 500 GB / 64 bit OS.
  • PC portatile: ottimizzatoper durata della batteria e trasportabilità (estremamente piatto e leggero). In genere Core Duo / Turion X2, schermo 15.4” XGA LCD-TFT. Migliori specifiche per il consumo di energia, ma non economico.
  • PC portatile economico: Mobile Sempron o Celeron M, schermo 15 “XGA LCD-TFT (15″ = approssimativamente simile ad un CRT 16”).
  • PC portatile grande: Come sopra ma con schermo largo LCD a 16-17″ a carta grafica migliore. Excellente sostituto per un PC fisso. Consum energetico alto per un PC portatile, ma sempre 50% in meno rispetto ad un PC fisso paragonabile come prestatzioni.
  • Fatto ciò scegliamo la dimensione del nostro monitor e il tipo di utilizzo del nostro pc definendo ore di full e idle (pieno carico e senza carico)

    ATTENZIONE: Sotto pc, eliminate il costo ! oppure selezionate “leasing”. Se usate un UPS selezionatelo

    I dati si aggiornano in tempo reale appena inseriamo i dati e sono davvero abbastanza corretti. sotto trovate una tabella molto chiara che ci chiarisce le idee.

    Quanto consumano i vostri pc ? commentate ! (per la cronaca… il mio consuma 600 kW/h annui)

     

    LINK: QUI  < ECCO IL SITO

     

    fonte: http://www.mondoinformatica.net/?p=810

    Posted in energia, fai da te | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

    Nigeriano fai-da-te inventa frigorifero del deserto, senza elettricità, conserva freschi i prodotti deperibili in climi caldi

    Posted by curiositybox su 29 agosto 2009

     

     

    Mohammed Bah Abba, insegnante nigeriano con un background nel campo della biologia, della chimica e della geologia, ha inventato il frigorifero del deserto o pot-in-pot (vaso nel vaso), funziona senza fonti d’energia elettrica, permette di conservare al fresco, frutta, verdura, bevande e altri prodotti facilmente deperibili in climi caldi e aridi.
    La semplice ma rivoluzionaria invenzione ha garantito un minor deterioramento degli alimenti, riducendo al minimo il rischio di mangiare cibi andati a male o in decomposizione.
    Il fenomeno che permette al frigorifero del deserto di svolgere il suo lavoro, si basa su un semplice principio della fisica: l’acqua contenuta nella sabbia posta nell’intercapedine tra due vasi d’argilla infilati uno dentro l’altro, evapora verso la superficie esterna del contenitore più grande dove l’aria è asciutta. In virtù delle leggi della termodinamica, il processo di evaporazione provoca automaticamente un calo di parecchi gradi della temperatura del contenitore interno con il beneficio di distruggere i microrganismi nocivi, garantendo la freschezza e conservazione degli alimenti deperibili nel suo alloggiamento.
    Il principio della fisica utilizzata dal pot-in-pot è presente in natura: un cane ansimante utilizza lo stesso processo per dissipare il calore in eccesso attraverso la sua lingua.
    Mohammed Bah Abba, ha verificato l’efficacia del suo frigorifero del deserto, per esempio,le melanzane restano fresche per 27 giorni (nel frigorifero tradizionale, solo tre giorni); pomodori e peperoni durano per più di tre settimane.
    La prova più ardua? Gli spinaci africani, di solito si buttano dopo un giorno, grazie al frigorifero del deserto restano commestibili per 12 giorni.

    fonte:  http://virtualblog.splinder.com/post/21200926/

    Posted in curiosità, fai da te | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

    Detersivo fatto in casa

    Posted by curiositybox su 28 agosto 2009

    Ecco un sistema efficace ecologico per fare del detersivo per lavastoviglie.
    Ingredienti naturali e semplicità per avere un detersivo super economico ma anche efficace.

    • Aceto
    • Limoni
    • Acqua
    • Sale

    e il detersivo è fatto.

     

     

    Come si usa una volta fatto?
    2 cucchiai da minestra nella lavastoviglie oppure quanto ne volete a piacere anche per i lavaggi a mano.
    E’ efficace e quindi non mischiatelo con i detersivi tradizionali.

     fonte: http://cosedicasa.noiblogger.com

    Posted in curiosità, fai da te | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

     
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: