Curiositybox

Personaggi, Avvenimenti, Notizie, Invenzioni e Curiosità dal Mondo della Scienza

Posts Tagged ‘Area 51’

Ufo: Hillary Clinton se eletta rivelerà la verità sugli alieni

Posted by curiositybox su 24 gennaio 2016

 

Hillary Clinton, candidata democratica alla presidenza degli Usa, promette che in caso di elezione ‘andrà a fondo’ alla questione Ufo.

 

 

Nelle scorse ore, negli Usa, ha fatto molto scalpore un’intervista rilasciata dalla candidata democratica alla presidenza degli Stati Uniti D’America, Hillary Clinton. Quest’ultima, infatti, ha parlato di Ufo e alieni con il giornalista del "Daily Sun Conway" Daymond Steer. Nel corso di questa intervista, la moglie dell’ex Presidente degli States Bill Clinton, ha confermato che la "questione Ufo" le sta molto a cuore, e che nel caso in cui dovesse essere eletta, cercherà di andare a fondo alla faccenda. Uno dei suoi obiettivi, infatti, sarà quello di fare luce sugli enigmi che da molto tempo riguardano gli alieni. Basti pensare ai misteri che ruotano intorno alla cosiddetta "Area 51", che da molto tempo fanno discutere i numerosi appassionati di ufologia di tutto il mondo.

 

Anche Bill Clinton parla di Ufo

Lo stesso Bill Clinton, nel corso di un’intervista rilasciata la scorsa settimana, parlando di alieni e ufo, aveva affermato di ritenere probabile che gli extraterrestri siano già giunti sul nostro pianeta. A quanto pare, anche Hillary la pensa alla stessa maniera, viste e considerate le sue dichiarazioni a Daymond Steer, in cui afferma che una delle prime cose che farà, qualora dovesse diventare la nuova inquilina della Casa Bianca, sarà quella di indagare sui misteri dell’ufologia. Del resto, il leader della campagna elettorale della Clinton è John Podesta, noto appassionato di Ufo, che già in passato aveva rilasciato interessanti dichiarazioni sugli alieni.

Proprio Podesta, tempo fa aveva dichiarato che il suo più grande rimpianto, nel periodo in cui è stato consulente superiore del Presidente degli Usa Barack Obama, è proprio quello di non essere riuscito a fare luce sulla questione Ufo, rendendo pubblici, ad esempio, alcuni tra i più famosi "X-Files" nella storia degli Stati Uniti. Si tratta di un argomento che in America non viene mai preso sotto gamba. Basti pensare che un recente sondaggio di "Harris" ha messo in evidenza che il 77% degli statunitensi crede che gli alieni abbiano già visitato il nostro pianeta. Inoltre, in molti danno credibilità alle teorie dei "cospirazionisti", secondo cui il governo degli Usa da molto tempo nasconderebbe di essere in contatto con civiltà extraterrestri.

 

fonte

Annunci

Posted in cronaca, estero, società, ufo | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Stephenville: Una intera città del Texas dice di aver visto un Ufo !

Posted by curiositybox su 9 febbraio 2008

ufo

 

16 Gen 2008

Non si sa come mai, ma di queste notizie ci viene dato conto sempre con un certo ritardo. Eppure, letta così come ce la descrivono le agenzie di stampa internazionali e non, una notizia così dovrebbe far fermare le rotative in tutto il mondo.

A quanto pare dunque sembra che decine di abitanti di Stephenville (dunque non il solito pazzo visionario, cioè una persona singola) una cittadina del Texas, sostengano di aver visto un ufo la notte dell’8 gennaio passare sopra le loro case. L’ oggetto volante non identificato era luminosissimo ed era lungo almeno un chilometro e mezzo, e largo 800 metri (!!!).

Lo hanno visto, tra gli altri, un pilota con regolare brevetto di volo e un poliziotto, che giurano, cosi’ come i loro concittadini, che quella notte sul deserto intorno a Stephenville e’ passato “qualcosa che al cento per cento non era terrestre”.

La testimonianza degli abitanti di Stephenville e’ stata raccolta da alcuni media americani, che oggi dedicano all’Ufo del Texas ampi servizi. “Sono contento che anche altri dicano la stessa cosa – ha detto il macchinista Ricky Sorrell, che sostiene di aver visto l’oggetto metallico volare ad una altezza di un centinaio di metri da terra – perche’ altrimenti la gente pensa che io sia pazzo. Invece quella cosa l’ho vista davvero”.

La stessa descrizione di Sorrell l’hanno fornita altri abitanti di Stephenville, come Steve Allen, un commerciante con la passione del volo e dotato di regolare brevetto: “Tutti coloro che l’hanno visto, come me, si chiedono cosa possa essere. Perche’ era enorme, era luminoso ed era una cosa che nessuno aveva mai visto. Io dico che al cento per cento non era una cosa terrestre”.

Anche l’agente di polizia Lee Roy Gaitan ha dichiarato di avere osservato a lungo con il suo binocolo l’oggetto volante passato sopra Stephenville: “Di sicuro quella ‘cosa’ non era un aeroplano. Mai visto niente di simile. Sara’ stato qualche oggetto militare, o almeno me lo auguro”.

(fonte Ansa)

 

Possibile 1° contatto o guerra dei mondi ?

di: Tom Bosco

L’aspetto più sconvolgente della vicenda è che per diffondere e sostenere presso l’opinione pubblica lo scenario dell’attacco da parte degli “extraterrestri cattivi”, la “Cabala” si sarebbe assicurata i servigi di tre notissime personalità nel campo della ricerca ufologica: il Dr. Steven Greer, il Dr. Michael Salla e Linda Moulton Howe.

La miserevolezza delle vicende umane, politiche, sociali ed ambientali che interessano il nostro sciagurato paese e, più in generale, il mondo intero, mi facilita il compito di occuparmi di una questione che sono certo diventerà presto argomento di vivaci polemiche e controversie.

Mi riferisco ad una “lettera aperta alla comunità ufologica e altri cittadini interessati” che ho ricevuto un paio di giorni fa dal Dr. Richard Boylan, rinomato ricercatore statunitense che ebbi il piacere di conoscere a Pescara verso la fine degli anni ’90, in occasione di un convegno, e del quale in passato NEXUS pubblicò alcuni articoli.

Pur avendolo in grande stima, alcuni episodi passati ed in particolar modo la sua attuale posizione di presunto “Consigliere della/per la Terra” mi lasciano piuttosto perplesso e mi suggeriscono una certa prudenza nel maneggiare le sconcertanti informazioni di cui si fa portavoce con questo documento.

La sua lettera, che riporto in originale QUI, si occupa di cinque argomenti:

1) Le Nazioni Stellari e il Consigliere della Terra;

2) La missione dei 12 scienziati in arrivo da Altimar sulla Terra quest’anno;

3) I piani della “Cabala” per demonizzare le persone in visita provenienti dalle stelle;

4) La segreta flotta antigravità e gli armamenti del programma Guerre Stellari in mano alla Cabala; e

5) Le rivelazioni circa i piani della Cabala per l’instaurazione della Legge Marziale Globale, emersi dal libro Freefall To Fascism.

Secondo Boylan, le Nazioni Stellari costituiscono una federazione di civiltà intelligenti dello spazio che quando entrano in contatto con un pianeta che ospita vita intelligente che si è sviluppata al punto da essere pronta al contatto cosmico, nominano un individuo di tale pianeta come suo rappresentante presso l’organismo di governo delle Nazioni Stellari, il suo Alto Consiglio. Tale rappresentante viene chiamato Consigliere.

Per farla breve, allo scopo di aiutarci in vista del punto critico ormai pienamente raggiunto dalla nostra società umana, un membro dell’Alto Consiglio si è incarnato in forma umana e dopo varie peripezie è stato raggiunto e identificato da un emissario delle Nazioni Stellari, tale Asheoma. Se non ho frainteso, questo “Consigliere” sarebbe proprio Boylan…

Uno degli attuali compiti del Consigliere della/per la Terra è quello di spianare la strada all’arrivo, previsto nel 2008, di una delegazione di 12 eminenti scienziati ambientali da Altimar, un pianeta in orbita attorno ad una nana rossa nei pressi della Stella di Barnard, a circa 6-7 anni luce dalla Terra, con l’intento di aiutarci a risolvere l’attuale crisi ecologica e ambientale.

Questi Altimariani sarebbero ibridi, in quanto adattati geneticamente a sviluppare polmoni ed altre caratteristiche peculiari del nostro ambiente, allo scopo di consentirgli di operare sul nostro pianeta senza la necessità di strumenti e respiratori per adattarsi alla nostra atmosfera e gravità. Essendo però il nostro sole assai più brillante del loro, per proteggersi passeranno gran parte del tempo in ambienti chiusi, o lavoreranno di notte riposando durante il giorno.

Boylan fornisce un elenco coi loro nomi terrestri, scelti da loro stessi per facilitare la comunicazione con le controparti terrestri, il loro background scientifico e i loro incarichi specifici durante la missione. Il loro lavoro sarà effettuato in località dove il pubblico non potrà evitare di notarle, interagendo anche con funzionari e scienziati ambientali terrestri allo scopo di accelerare il processo. I risultati saranno presto sotto gli occhi di tutti, dissolvendo in tal modo la credibilità del cover-up sugli UFO. La frase con cui entreranno in contatto con noi sarà “Veniamo in pace, per aiutare”.

Naturalmente la “Cabala” sta facendo di tutto per ostacolare questi sviluppi. Ricorderete tutti le dichiarazioni di Carol Rosin, assistente di Wernher Von Braun il quale, nel 1974, le rivelò i piani per la messinscena di una finta “invasione aliena” allo scopo di acquisire il controllo globale totale.

Questo fantomatico cartello globale di plutocrati dispone di tecnologie antigravitazionali, frutto del lavoro di retroingegneria sui velivoli extraterrestri abbattuti dai militari. Tali tecnologie sono state applicate alla realizzazione di una vera e propria flotta di incredibili velivoli, che mostrandosi apertamente verranno scambiati per astronavi aliene (l’episodio dell’UFO inseguito da caccia F-16 nei cieli di Stephenville, Texas, l’8 gennaio, riportato da CNN, Fox News e altri media, potrebbe essere un evento preparatorio alla falsa “invasione aliena” in programma più avanti, nel corso di quest’anno; l’UFO sarebbe in realtà uno di questi avanzati velivoli in mano alla “Cabala”…). Gli scenari prospettati da Boylan fanno accapponare la pelle, ma devo dire che sono estremamente dettagliati, e comprendono immagini olografiche di finte battaglie proiettate nei cieli, e questi velivoli che si abbassano per sparare con armi ad energia diretta estremamente sofisticate, frutto del programma “Star Wars”, uccidendo migliaia di persone e scatenando il panico mondiale. A un certo punto, salterebbe fuori una squadriglia terrestre “segreta”, equipaggiata a sua volta con caccia ad antigravità (“Arrivano i nostri”, insomma…) che interverrebbe per respingere l’invasore e spazzarlo via dai cieli. A quel punto, un’opinione pubblica mondiale rincuorata e riconoscente accetterebbe di buon grado la richiesta dei leader mondiali, controllati dalla Cabala, di instaurare un governo mondiale unificato.

L’aspetto più sconvolgente della vicenda è che per diffondere e sostenere presso l’opinione pubblica lo scenario dell’attacco da parte degli “extraterrestri cattivi”, la “Cabala” si sarebbe assicurata i servigi di tre notissime personalità nel campo della ricerca ufologica: il Dr. Steven Greer, il Dr. Michael Salla e Linda Moulton Howe. Nel suo documento, Boylan entra in dettaglio e documenta queste straordinarie affermazioni in maniera piuttosto convincente, e prevedo che nelle prossime settimane vedremo scatenarsi il putiferio nella comunità ufologica di tutto il mondo. Intanto, stiamo a vedere come replicheranno i diretti interessati a queste illazioni, ammesso che lo facciano.

Una sezione estremamente interessante e assai documentata (posso confermare che alcuni dati sono assolutamente attendibili, in particolare per quanto riguarda il bombardiere strategico B-2) riguarda l’incredibile e avveniristico arsenale a disposizione della “Cabala”, che merita di essere riportato per intero:

1) Il bombardiere Stealth B-2 in segreto dispone a bordo di sistemi ad elettrogravitazione che una volta attivati eliminano gran parte del peso, consentendogli di volare a grande distanza con ridotti consumi di combustibile. La sua esistenza è nota al pubblico da tempo, le sue caratteristiche antigravità invece no.

b2 foto1 b2 foto2

2) L’Aurora è un velivolo spaziale di dimensioni moderate che può operare sia con tradizionale combustibile che con sistemi di propulsione a campo antigravitazionale. L’Aurora può raggiungere la Luna, ed opera dall’Area 51, (Groom Dry Lake Air Force Station), presso l’estremità nord-orientale del Nellis AFB Range, a nord di Las Vegas, Nevada.

3) Lo spazioplano Lockheed-Martin X-33A VentureStar è una versione militare del noto veicolo aerospaziale civile, l’Aereo Spaziale Nazionale, in fase discontinua di sviluppo. Dispone di sistemi ad elettrogravitazione.

4) Il Lockheed X-22A è un caccia biposto discoidale ad antigravità. Il Colonnello in pensione Steve Wilson, USAF, affermò che gli astronauti militari che lo pilotano si addestravano presso un’accademia aerospaziale segreta, separata dalla normale Air Force Academy di Colorado Springs, Colorado. Questi astronauti militari poi operano da basi dell’Air Force come Beale e Vandenberg, in California settentrionale, effettuando regolarmente voli trans-atmosferici e nello spazio esterno. Un ex-impiegato della NSA ha detto che l’ X-22A è equipaggiato con armi ad energia diretta del tipo a Fascio di Particelle Neutre, che è in grado di avvalersi dell’invisibilità ottica e radar, e che è dispiegabile in tutto il mondo per operazioni militari.

5) Il Nautilus è un altro velivolo spaziale militare, funzionante tramite pulsazione magnetica. Viene prodotto congiuntamente dai Phantom Works della Boeing presso Seattle e dal consorzio industriale anglo-francese dell’Airbus, nell’Unione Europea. Effettua viaggi bisettimanali sino a una stazione spaziale militare segreta, in orbita nello spazio profondo da trent’anni. Il Nautilus può colpire un bersaglio a terra piombando dallo spazio, una direzione dalla quale in genere non ci si attende attacchi.

6) Il TR3-A “Pumpkinseed” (seme di zucca) è un velivolo aerospaziale super-veloce, con una sottile fusoliera ovale a forma di seme di zucca. Si è stabilito che per la propulsione in regime sub-ipersonico utilizza tecnologia a detonazione d’impulso, nonché tecnologia antigravità per la riduzione della massa e propulsione complementare a campo per gamme di velocità superiori.

TR3A Foto1 TR3A Foto2 TR3A Foto3 TR3A Foto4

7) Il TR3-B “Astra” è un grande velivolo triangolare ad antigravità della flotta statunitense. Si dice sia stato segretamente dispiegato durante le prime ore della Guerra del Golfo, usando cannoni laser e a impulso elettromagnetico. Rimane letteralmente sospeso a mezz’aria, sparando verso bersagli a corta, media e lunga distanza onde eliminarli.

TR3B Foto1 TR3B Foto2

 

 

8) Un disco antigravità della Northrop viene costruito dalla Northrop Aircraft Corporation. L’ho visto e soprannominato la “Grande Zucca” a causa della sua luminescenza arancio-rosso dorato intensamente brillante, dovuta alla forte ionizzazione ambientale. Ciò indica l’elettrogravitazione come metodo di propulsione a campo.

9) L’elicottero antigravità XH-75D o XH Shark viene prodotto dalla Teledyne Ryan Aeronautical Corporation di San Diego (ora parte della Northrop-Grumman). Il Colonnello dell’USAF Steve Wilson ha riportato che molti di questi XH-75Ds furono assegnati alla Delta/National Reconnaissance Organization Division che recupera gli UFO abbattuti. Tale Divisione è anche coinvolta nelle mutilazioni del bestiame, come programma di guerra psicologica nei confronti dell’opinione pubblica americana, per indurre i cittadini a temere e ad odiare i Visitatori Stellari tramite l’assunto che sono loro i responsabili delle mutilazioni. L’elicottero Shark è anche in grado di operare in modo invisibile.

10) Il TAW-50 è un cacciabombardiere ipersonico antigravitazionale capace di operare nello spazio, sviluppato congiuntamente dai Lockheed-Martin Skunk Works e dalla Northrop. Il TAW-50 è in grado di viaggiare considerevolmente più veloce di 38.000 miglia orarie (oltre 60.000 chilometri orari); dispone di un sistema propulsivo SCRAM (ramjet supersonico) per viaggiare attraverso gli strati superiori dell’atmosfera, e utilizza anche l’elettrogravità per mantenere la propria gravità artificiale mentre si trova nello spazio in assenza di peso, nonché annullare la massa del velivolo durante le operazioni. Il TAW-50 è armato con un proprio sistema “Kill Laser”. Inoltre, è armato con missili micro-superesplosivi HyperDart, i quali sono appena più grandi del normale munizionamento di un cannone per aerei, ma viaggiano a velocità ipersonica per circa tre minuti e possiedono un’enorme capacità esplosiva. Un solo HyperDart può distruggere un caccia MiG entro un raggio di sei metri dall’esplosione dell’HyperDart. Il TAW-50 ne trasporta svariate centinaia. Le prestazioni del TAW-50 rendono virtualmente impossibile qualunque difesa contro di esso: può nascondersi in orbita a molte centinaia di miglia nello spazio, orbitando a volte a 22.000 miglia orarie. Poi, senza preavviso, può tuffarsi giù direttamente nell’atmosfera ad oltre 38.000 miglia orarie con un vettore di attacco di 80 gradi, invertire la direzione entro 50 metri dal suolo con una minima perdita di velocità e senza una virata, e quasi istantaneamente risalire in verticale ad oltre 38.000 miglia orarie sino ad abbandonare l’atmosfera e riprendere ad orbitare nello spazio. L’elettrogravitazione del TAW-50 gli consente di portare in un attimo la propria massa quasi a zero e invertire la direzione in un secondo, per poi incrementare la sua accelerazione di molte volte la gravità terrestre, eppure riesce virtualmente ad annullare gli effetti inerziali della forza-G sui piloti. Nel 2002, gli USA disponevano di 20 TAW-50 nel proprio arsenale, ma come ha commentato un contraente che ha aiutato a costruirli, “Si potrebbe mettere fuori combattimento un intero paese in meno di dieci giorni con appena 10 di questi, effettuando tre attacchi al giorno. Uno di essi può cancellare un’intera città delle dimensioni di Cleveland con un solo attacco, senza dover usare alcuna arma nucleare.”

11) Il Northrop Quantum Teleportation Disc (Disco a Teletrasporto Quantico) è il risultato dei progressi “al di là” della propulsione a campo gravitazionale. Gli ingegneri della Northrop hanno incorporato principi di fisica quantistica ed imbrigliato il groviglio quantico per ottenere il teletrasporto quantico come mezzo tramite il quale questo velivolo “cessa di esistere” in una località e riappare improvvisamente su un obiettivo distante.

Dove vengono custoditi questi velivoli ? Anche se non si conoscono tutte le località, alcuni di questi mezzi a tecnologia avanzata operano da: Area 51 della Nellis Air Force Base, Rachel, Nevada; Vandenberg AFB (Lompoc) e Beale AFB (Marysville), California; Michael Army Auxiliary Air Field presso Dugway Proving Grounds, Tooele, Utah; Space City presso White Sands Missile Range, Las Cruces, New Mexico; Whiteman AFB, Sedalia, Missouri; e senza dubbio ulteriori località.

Ad ogni modo, secondo Boylan questo fosco scenario non si verificherà, in quanto soddisfa i criteri per un intervento diretto delle Nazioni Stellari allo scopo di impedirlo.

Che dire ? Entro poco tempo sapremo quanto c’è di vero nelle straordinarie affermazioni del Dr. Boylan; nel frattempo mi unisco a lui nella citazione di Charles Dickens: “Era il migliore dei tempi, era il peggiore dei tempi.”

Data articolo: febbraio 2008
Fonte: nexus

Posted in cospirazionismo, curiosità, disinformazione, tecnologia, ufo | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: