Curiositybox

Personaggi, Avvenimenti, Notizie, Invenzioni e Curiosità dal Mondo della Scienza

Posts Tagged ‘cambiamenti climatici’

L’eredità di Pier Luigi Ighina

Posted by curiositybox su 12 ottobre 2014

L’elica di Ighina può salvarci dalle alluvioni (e dal grande freddo) ?

 

Intervista al Prof. Giuliano Preparata sugli esperimenti di Ighina – Report RAI

 

Il prof. Preparata è stato un fisico teorico che dal 1974 al 1980 ha fatto parte dello Staff Member nella Theory Division del CERN di Ginevra.

Come qualcuno ricorderà, nella trasmissione “report” di RAI3 del 1998 il prof. Preparata intervenne subito dopo il servizio mandato in onda sulle ricerche di Pier Luigi Ighina ed in particolare su quella parte del sevizio giornalistico che aveva mostrato “L’elica” di Ighina che allontanava le nuvole.

Come pure ricorderete che alcuni emuli delle ricerche di Ighina hanno già realizzato alcune delle macchine presenti nel laboratorio e al di fuori del laboratorio di Imola, tra le quali la famosa elica, che ha lo scopo di avvicinare o allontanare le nuvole. Tuttora costoro stanno proseguendo le esperienze di Ighina per ottenere l’allontanamento delle forti e pericolose perturbazioni atmosferiche e far venire il caldo.

Come mai le autorità scientifiche non prendono sul serio, come diceva il prof. Preparata, gli studi di Ighina per prevenire le alluvioni e contrastare le ondate di maltempo?

 

dissolvimento delle nuvole

Posted in cronaca, curiosità, disinformazione, energia, fisica, ighina, inventori, Invenzioni, magnetismo, radionica, ritmo sole terra, scienza | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Marcia Mondiale contro i cambiamenti climatici

Posted by curiositybox su 17 settembre 2014

Domenica 21 settembre
in tutto il Mondo

una giornata  speciale di mobilitazione mondiale contro i cambiamenti climatici dovuti alla esagerata emissione di CO2 in atmosfera.
L’iniziativa parte da New York dove in occasione del Summit mondiale sul clima organizzato dal Segretario Generale dell’ONU Ban Ki Moon (23 settembre) è stata organizzata una marcia per manifestare ai Capi di Stato di tutto il mondo l’interesse di tutta la popolazione al problema.
New York chiama Firenze risponde
Finora i Summit Internazionali dell’ONU COPxx e il Protocollo di Kyoto sono falliti con l’alibi che non ci sia interesse da parte dei cittadini.
Sfatiamo questo alibi !!!

Il problema è serio ed è estremamente urgente affrontarlo a livello mondiale se vogliamo che i nostri figli vivano in un Mondo come noi lo conosciamo.

Dobbiamo muoverci alla svelta e tutti!
Ban Ki Moon lo ha capito  e sta reagendo. Aiutiamolo.

Se vuoi unirti a noi per aiutarci a organizzare l’ evento a Firenze scrivi a:
clima@mdf-firenze.it

Registra su AVAAZ la tua partecipazione a Firenze
https://secure.avaaz.org/it/event/climate/Marcia_Globale_per_il_Clima_106

guarda gli eventi già organizzati in Italia:
https://secure.avaaz.org/it/event/climate/?source=blast&cl=5708434475&v=44313

Vedi altro:
http://www.un.org/climatechange/summit/

http://peoplesclimate.org/march/

http://act.350.org/event/peoples_climate/7816

Posted in ambiente | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

1929-2009 a 80 anni di distanza.. freddo e crisi si ripeterà?

Posted by curiositybox su 13 settembre 2009

Dal Corriere della Sera del 15-02-1929

 

L’ondata di gelo del gennaio-febbraio 1929

L’inverno del 1929 è rimasto negli annali storici come il più  freddo del secolo, si batterono, infatti, record di freddo e di quantità di neve caduta, in Italia e in tutta Europa. 
Il tempo nei mesi di Gennaio e Febbraio fu caratterizzato da un vigorosissimo anticiclone centrato sull’Europa settentrionale e frequenti circolazioni depressionarie sul Mediterraneo; aria di origine artica discese frequentemente fino sull’Africa settentrionale, contrastando con l’aria calda ed umida subtropicale, dando origine ad intese perturbazioni che interessarono tutta l’Europa con estese precipitazioni nevose alternate a periodi di freddo intensissimo. 
L’eccezionalità dell’evento fu soprattutto la straordinaria durata, praticamente due mesi,( le pur storiche ondate di gelo del 1956 e 1985 durarono una ventina di giorni). 
Alcuni studiosi ricercarono le cause di tali eventi nella caldissima estate e nelle presenza di macchie solari di notevoli dimensioni. 
Tra i fenomeni più rilevanti possiamo ricordare: tratti fluviali gelati:Elba, Vardar, Tamigi, Reno, Rodano, Sava, Danubio, Adige Arno, Isonzo; coste e porti bloccati dal ghiaccio: Golfo di Sebenico, porti del Mar Nero e del Baltico, Salonicco; altezza raggiunta dalla neve: da 50 a 200 cm su tutta l’Ungheria, 500 cm in Crimea, 300 cm in Macedonia, 200 cm sul Carso e sulla Murgia barese, 100 cm a Zagabria, Copenaghen, Ancona, 60-70 cm sulla Valpadana, 30-50 cm sulle città toscane; alcune temperature minime: Mosca -42, Berlino -31, Kiev -35, Saraievo -30 Belgrado -30, Varsavia -31 Vienna -32, Budapest -30 Trento -20, Biella -18, Piacenza -18

 

Informazioni sulle nevi di casa e del mondo, da Albinea, Reggio Emilia, Italy

Sito di Marco Pifferetti

Posted in ambiente, curiosità | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: