Curiositybox

Personaggi, Avvenimenti, Notizie, Invenzioni e Curiosità dal Mondo della Scienza

Posts Tagged ‘maltempo’

L’eredità di Pier Luigi Ighina

Posted by curiositybox su 12 ottobre 2014

L’elica di Ighina può salvarci dalle alluvioni (e dal grande freddo) ?

 

Intervista al Prof. Giuliano Preparata sugli esperimenti di Ighina – Report RAI

 

Il prof. Preparata è stato un fisico teorico che dal 1974 al 1980 ha fatto parte dello Staff Member nella Theory Division del CERN di Ginevra.

Come qualcuno ricorderà, nella trasmissione “report” di RAI3 del 1998 il prof. Preparata intervenne subito dopo il servizio mandato in onda sulle ricerche di Pier Luigi Ighina ed in particolare su quella parte del sevizio giornalistico che aveva mostrato “L’elica” di Ighina che allontanava le nuvole.

Come pure ricorderete che alcuni emuli delle ricerche di Ighina hanno già realizzato alcune delle macchine presenti nel laboratorio e al di fuori del laboratorio di Imola, tra le quali la famosa elica, che ha lo scopo di avvicinare o allontanare le nuvole. Tuttora costoro stanno proseguendo le esperienze di Ighina per ottenere l’allontanamento delle forti e pericolose perturbazioni atmosferiche e far venire il caldo.

Come mai le autorità scientifiche non prendono sul serio, come diceva il prof. Preparata, gli studi di Ighina per prevenire le alluvioni e contrastare le ondate di maltempo?

 

dissolvimento delle nuvole
Annunci

Posted in cronaca, curiosità, disinformazione, energia, fisica, ighina, inventori, Invenzioni, magnetismo, radionica, ritmo sole terra, scienza | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

E’ la pioggia che và…. e poi viene il sereno

Posted by curiositybox su 25 settembre 2014

Diario 25/09/2014 rif. La macchina di Diego

Ieri doveva piovere dalla Liguria fino all’alto Lazio: e invece niente. Al “TG7” si sono meravigliati perchè per ieri mattina (dalle 11,00 alle 13,00) erano attese le piogge. Stamani il fronte della perturbazione era concentrato sulla Calabria. Da oggi iniziano le prove per far tornare il caldo.  

Posted in ambiente, cronaca, curiosità, disinformazione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

USA, 80 tornado colpiscono il Midwest: è iniziata una nuova era climatica?

Posted by curiositybox su 4 marzo 2012

Vorremmo sbagliarci, ma dopo la previsione fatta a settembre 2011 che quest’inverno sarebbe stato di portata eccezionale, come in effetti lo è stato, ci sembra che questi segnali meteo estremi indichino una direzione di mutamento meteoclimatico rispetto al passato.

Se è vera questa intuizione la conferma a quello che riteniamo essere un cambiamento climatico epocale l’avremo nei prossimi mesi: se l’estate 2012 sarà calda, ma con contrappunti insoliti di pioggia e aria fresca, questa sarà la prova di quanto abbiamo detto.

Di seguito alcune notizie dal mondo:

È salito ad almeno 27 morti (ma potrebbero essere molti di più) il bilancio degli oltre 80 tornado che hanno colpito il centro degli Stati Uniti. Secondo le autorità locali, 13 persone sono morte nell’Indiana, 12 nel Kentucky e due nell’Ohio. «Le prime informazioni indicano che i danni più importanti sono concentrati nel sud-ovest dell’Indiana», soprattutto nelle località di Henryville, Marysville, Pekin e New Pekin. Nella notte i soccorritori erano alla ricerca di sopravvissuti nelle aree colpite.

 

Cane di nome “Luigino” salvato dal tornado

 

Casa distrutta dal passaggio del tornado

Posted in cronaca, curiosità | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 1 Comment »

Grazie Gigi (Ighina)

Posted by curiositybox su 12 febbraio 2012

Grazie Gigi (Ighina).
Anche se fisicamente non sei più tra noi il tuo spirito lo sentiamo sempre presente e ti vogliamo ringraziare per averci insegnato, nei molti anni trascorsi insieme a compiere esperimenti ed osservazioni scientifiche, come si creano e si guidano le particelle magnetiche che anche il grande Marconi ha utilizzato.
Ti diciamo grazie perché con le famose particelle, diffuse attraverso l’elica magnetica, abbiamo visto con i nostri occhi avvicinare o allontanare le  nuvole, secondo il tipo di particella diffusa in atmosfera.
E siamo convinti che siano state proprio le particelle positive trasmesse con l’elica ed anche con il condotto ipogeo ad impedire che nella nostra città e per un raggio di 9 Km la seconda ondata di neve, dopo quella del 1° febbraio scorso, imperversasse e cadesse copiosa, così come abbiamo visto nel Casentino, nell’Aretino o nel Grossetano (per non citare la Romagna o il Montefeltro):
Ci siamo salvati grazie ai tuoi insegnamenti, alle tue (da molti considerate ancora solo) “fantastiche teorie”.
In questo nostro breve riassunto vorremmo richiamare alla memoria le molte “fantastiche” avventure affrontate insieme e le tante applicazioni frutto di intuizioni che qualcuno ha definito “aliene”.
Per noi, sin da quando ti abbiamo accompagnato al “Costanzo show” dove tanti ci hanno preso in giro dicendo che eravamo stati soggetti ad “un colpo di Sole”, le tue intuizioni e ricerche non erano e non sono fantasie scientifiche, ma corrette osservazioni sulla realtà che tutti gli esseri vivono e che, inconsapevolmente, vedono, magari senza alcuna sensibilità o riflessione conseguente.
Grazie Gigi.

I tuoi collaboratori.

 

 

Magnetic Monopole as clouds buster

 

 

ighina’s monopole machines

 

 

applicazione del monopolo magnetico su eventi meteo per avvicinamento e allontanamento delle nuvole e compositore del ritmo magnetico sole-terra

 

 

 

copyright 2012

Posted in ambiente, disinformazione, energia, fisica, magnetismo, scienza | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , | 2 Comments »

1929-2009 a 80 anni di distanza.. freddo e crisi si ripeterà?

Posted by curiositybox su 13 settembre 2009

Dal Corriere della Sera del 15-02-1929

 

L’ondata di gelo del gennaio-febbraio 1929

L’inverno del 1929 è rimasto negli annali storici come il più  freddo del secolo, si batterono, infatti, record di freddo e di quantità di neve caduta, in Italia e in tutta Europa. 
Il tempo nei mesi di Gennaio e Febbraio fu caratterizzato da un vigorosissimo anticiclone centrato sull’Europa settentrionale e frequenti circolazioni depressionarie sul Mediterraneo; aria di origine artica discese frequentemente fino sull’Africa settentrionale, contrastando con l’aria calda ed umida subtropicale, dando origine ad intese perturbazioni che interessarono tutta l’Europa con estese precipitazioni nevose alternate a periodi di freddo intensissimo. 
L’eccezionalità dell’evento fu soprattutto la straordinaria durata, praticamente due mesi,( le pur storiche ondate di gelo del 1956 e 1985 durarono una ventina di giorni). 
Alcuni studiosi ricercarono le cause di tali eventi nella caldissima estate e nelle presenza di macchie solari di notevoli dimensioni. 
Tra i fenomeni più rilevanti possiamo ricordare: tratti fluviali gelati:Elba, Vardar, Tamigi, Reno, Rodano, Sava, Danubio, Adige Arno, Isonzo; coste e porti bloccati dal ghiaccio: Golfo di Sebenico, porti del Mar Nero e del Baltico, Salonicco; altezza raggiunta dalla neve: da 50 a 200 cm su tutta l’Ungheria, 500 cm in Crimea, 300 cm in Macedonia, 200 cm sul Carso e sulla Murgia barese, 100 cm a Zagabria, Copenaghen, Ancona, 60-70 cm sulla Valpadana, 30-50 cm sulle città toscane; alcune temperature minime: Mosca -42, Berlino -31, Kiev -35, Saraievo -30 Belgrado -30, Varsavia -31 Vienna -32, Budapest -30 Trento -20, Biella -18, Piacenza -18

 

Informazioni sulle nevi di casa e del mondo, da Albinea, Reggio Emilia, Italy

Sito di Marco Pifferetti

Posted in ambiente, curiosità | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: