Curiositybox

Personaggi, Avvenimenti, Notizie, Invenzioni e Curiosità dal Mondo della Scienza

Posts Tagged ‘ZPE’

Shape Power – Il Potere della Forma

Posted by curiositybox su 15 giugno 2014

Un libro rivoluzionario nel campo delle energie

Questo libro è il risultato di 35 anni di ricerche, finanziate personalmente, alla scoperta di come le forme e i diversi materiali convertono l’etere universale in altre forze ed energie.

Dan ha svelato il codice di come il processo funziona; come la natura si manifesta, dalla zuppa di particelle virtuali dell’etere, diventando materia. Dan ha anche definito una teoria del campo unificato che mette tutto questo in prospettiva, della fisica matematica e di una morfologia della struttura atomica.

Egli definisce le basi embrionali per una nuova branca della fisica e della chimica. Le implicazioni delle innovative scoperte spiegate in questo libro hanno conseguenze di vasta portata in ogni ambito delle nostre vite.

Contenuti

Il Potere della Forma (in inglese "Shape Power"), è la capacità delle forme multi-dimensionali di manipolare l’energia dello spazio locale. In questo trattato Dan A. Davidson usa il termine "etere" per rappresentare il campo di energia che permea tutto lo spazio e il tempo. Tutte le forme sono il risultato di forze naturali all’opera, e in quanto tali sono sintonizzate su di esse, perché sono parte di queste stesse forze.
Un esempio è la capacità della forma a piramide di raccogliere e focalizzare l’energia eterica. Sono stati scritti numerosi libri sulla "energia della piramide", e le piramidi hanno attraversato – e ancora attraversano – vari periodi di moda nei circoli new-age. La capacità dell’energia della piramide di causare vari effetti è ampiamente documentata.

Ogni forma manipola l’etere in qualche modo. Un cono è un esempio di piramide con un infinito numero di lati, e come tale farà molte delle cose che fa una semplice piramide. La tenda degli indiani americani, detta teepee, è un esempio di forma quasi conica che ha molti degli stessi effetti energetici della piramide. Benché il "Potere della Piramide" sia ben conosciuto, pochi lo hanno esteso ad altre forme geometriche e ai fenomeni che possono essere prodotti attraverso la comprensione di quello che sta avvenendo.

Ma accade qualcosa anche con triangoli, quadrati, cerchi, spirali e altre forme, e non solo in quelle solide, ma anche in quelle semplicemente disegnate sulla carta! Per spiegarci come ciò avvenga, Dan comincia da linee singole, poi scopriamo cosa accade se due linee si intersecano, se più linee si incontrano a formare vertici, e così via finché, compreso il meccanismo, tutto ci diviene chiaro, e non solo perfettamente plausibile ma persino ovvio! Questo libro esplora come le diverse forme manipolano l’etere, e come il Potere della Forma possa essere usato per migliorare la nostra vita, la nostra casa, il nostro ufficio, e il nostro benessere generale.

L’Ingegneria pratica dell’Etere è realizzata dalla Natura con l’uso di varie forme geometriche e schemi, come attestato nelle serie di Fibonacci e nei frattali, nei coni e forme tetraedriche. Gli insetti e alcune piante usano forme geometriche per raccogliere e trasmettere onde elettromagnetiche e acustiche. Quando si comprende che l’Etere, essendo il substrato fondamentale dell’universo, può creare interferenze con se stesso in misura tale da produrre tutti i tipi di energia e aggregazioni di materia, ne consegue che tutto è un risultato di Ingegneria Eterica a vari gradi.

L’essenza di come gli schemi geometrici possano influenzare i flussi di energia, è esattamente la stessa di come funzionano le antenne ed altre strutture risonanti. Poiché ogni cosa risuona e stabilisce un trasferimento di informazione e di energia tra due o più corpi risonanti, allora uno schema a due dimensioni può precisamente risuonare con una struttura tridimensionale. I principi geometrici del Potere della Forma, come descritti in questo libro, sono queste forme bidimensionali funzionanti come guide d’onda di energia eterica o sottile. In un senso più pratico, il Potere della Forma può essere inteso come un mezzo per instradare i flussi di energia in un percorso desiderato.

Questo percorso è la geometria che si riflette come una struttura tridimensionale, e che risuona e scambia energia con altre simili strutture risonanti, essendo ora sintonizzate.

Uno dei più grandi problemi col Potere della Forma al suo stato attuale, è la mancanza di strumentazione che possa direttamente rilevare e quantificare i cambiamenti nell’etere. Gli effetti secondari e terziari dell’etere, si manifestano in forma di fluttuazioni nel magnetismo, nella elettricità e nella gravità. Al fine di studiare ogni tipo di fenomeno energetico, è necessaria una strumentazione, per sapere cosa sta avvenendo con le energie. In fisica ed elettronica abbiamo strumenti di rilevazione come voltmetri, magnetometri, oscilloscopi, camere a nebbia, amperometri, misuratori di campo elettromagnetico, microscopi a scansione, telescopi, ecc., per rilevare e misurare le forze fisiche e gli effetti ad esse associati. Nel caso dell’etere, sono esistiti relativamente pochi veri strumenti, finché Dan Davidson non ha inventato una strumentazione che davvero rileva le forze eteriche e misura i loro effetti. Questi strumenti hanno permesso che alcune delle scoperte in questo trattato potessero essere comprese.

In aggiunta alla strumentazione fisica, Dan ha anche usato chiaroveggenti alla stregua di strumenti umani, quando è stato in grado di dimostrare in modo conclusivo che avevano la loro vista interiore aperta. Un vero chiaroveggente può vedere i campi di energia del piano eterico, così come la luce attorno una persona (cioè, l’aura), e in natura attorno varie attività della luce (per esempio, intorno e all’interno di alberi e organismi viventi), e attorno alle forme geometriche e ai magneti. I veri chiaroveggenti possono vedere nella materia, hanno la visione sia microscopica che telescopica, e molte altre notevoli abilità. Possono vedere la direzione del flusso dei campi di energia sottile, i loro colori, e la loro forma generale. L’esperienza di Dan nel campo della ricerca psichica e nei test psicologici, gli ha permesso di identificare alcuni veggenti di prima qualità, che hanno fornito una comprensione ulteriore e di grande valore della scienza del Potere della Forma. È sorprendente quello che Dan A. Davidson è stato capace di provare finora con i chiaroveggenti, ed è meglio che usare un oscilloscopio su circuiti elettronici, perché con loro come strumento, c’è un totale feedback in tempo reale su quello che sta esattamente accadendo all’energia. Per esempio, Dan ha eseguito test strumentali su vari materiali, per scoprire cosa avviene quando l’energia eterica li attraversa. Quando sono stati usati i chiaroveggenti, questi gli hanno spiegato ciò che loro potevano vedere accadere mentre l’energia eterica interagiva con i diversi materiali, dopodiché è stata usata la strumentazione elettronica per verificare quello che era stato osservato dai chiaroveggenti.

Il Potere della Forma è stato usato attraverso tutta la storia conosciuta e più indietro, nella più remota antichità. La sua manifestazione più comune è stata nell’uso di amuleti, cerimonie magiche e pratiche occulte. Simboli come il quadrato, la croce e il triangolo ricorrono regolarmente nei simboli occulti. All’inizio del suo studio del Potere della Forma e dei simboli, Dan si è chiesto come uno stesso simbolo possa essere usato sia per scopi costruttivi che distruttivi, fino al punto di dubitare che il simbolo abbia realmente qualcosa a che fare col procedimento magico. Ma da tempo egli ha tratto conclusioni diverse, e qui ci invita ad apprendere cose davvero eccitanti sulle forme semplici: cose che, se applicate, possono migliorare la nostra vita e la comprensione dell’universo in cui viviamo. Chiaramente, il Potere della Forma ha molti possibili usi pratici, e le strade per la sua scoperta sono largamente aperte per coloro che desiderano perseguire questo obbiettivo. Dan ha condiviso la sua conoscenza, così che altri ne siano ispirati e vedano le possibilità di come il Potere della Forma possa essere usato per migliorare le nostre vite.

Un bestseller mondiale, un "must" per chiunque si interessi di free-energy, antigravità, fenomeni legati alle forme (solidi platonici, piramidi, mandala, feng-shui, ecc.) e energie sottili (etere, energia del punto zero o ZPE, orgone, od, chi, ki, vril, prana, mana, ecc.), sia con finalità scientifiche che per l’evoluzione personale.

 

Shape Power - Il Potere della Forma - Libro
 
 
Un trattato su come la Forma converte l’Etere Universale in Forza Elettromagnetica e Gravitazionale, e le Relative Scoperte nella Fisica Gravitazionale
 

Voto medio su 3 recensioni: Buono

€ 16

 


Posted in energia, Free Energy, magnetismo, radionica, scienza | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

j. Hutchison – Macchina del Poltergeist (Canada) Una Spiegazione della “Macchina del Poltergeist”

Posted by curiositybox su 16 febbraio 2008

The Hutchison Effect: Una Spiegazione della “Macchina del Poltergeist”

Credo che tutti sappiate cos’é un “Poltergeist, se non altro per averlo visto in film come l’Esorcista, ovvero quello sconcertante fenomeno considerato Paranormale ed attribuito ad entità negative, durante il quale oggetti e persino esseri viventi si sollevano dal suolo, sfidando la gravità, o addirittura vengono scagliati lontano con forza. Il fenomeno é stato invocato anche per etichettare i misteriosi incendi spontanei che avvengono nelle case di Canneto, dove Scienziati ed Esorcisti non sono riusciti ad impedirlo, nè hanno fornito spiegazioni plausibili, limitandosi a parlare vagamente di “influenze elettromagnetiche di origine sconosciuta”.
Forse non ci hanno detto la verità, perché fin dagli anni 70′ la Scienza si sta interessando al fenomeno e vi assicuro che il Diavolo non c’entra: si tratta di forze naturali così potenti che i governi preferiscono tenerle segrete e studiarle per un possibile utilizzo, ahimè, bellico…
Il Sig, John Hutchinson, un Canadese, é la persona che ha costruito un apparato in grado di riprodurre tutti i fenomeni tipici del “poltergeist”. Pur non essendo laureato in Fisica, ha scoperto questo “Effetto” per puro caso. Il problema piu’ grosso é costituito dal fatto che tale effetto non é ripetibile a volontà -come richiede la Scienza- ma é capriccioso ed imprevedibile e coinvolge la materia su cui esercita modificazioni bizzarre ed inspiegabili, almeno dalla Fisica Classica. In questo breve riassunto
(tradotto dal sito: “The Very Last page of the Internet” -dove troverete anche molte foto che dimostrano l’incredibile forza che l’EH é in grado di scatenare-)

 

Cercheremo di spiegare perché, una volta tanto, ci mostriamo scettici nei confronti del Paranormale!

****************************

Cosa é esattamente l’effetto Hutchison?” Questo breve saggio é un tentativo di rispondere a questa domanda, anche se in modo conciso, data la complessità di un fenomeno che la Scienza non comprende completamente. Prima di tutto, l’Effetto Hutchison [EH] é un’insieme di fenomeni scoperti casualmente da John Hutchison durante i suoi tentativi di studiare le onde longitudinali di Tesla, effettuati verso il 1979. In altre parole, l’ EH non é semplicemente un effetto singolo: é molto di piu’
e si verifica come il risultato di interferenze di onde radio in una zona di spazio infarcito di sorgenti ad alto voltaggio, solitamente ottenute da un generatore Van de Graff, e due o piu’ bobine di Tesla.
Gli effetti prodotti includono:
levitazione di oggetti pesanti, fusione di materiali dissimili come metallo e legno (esattamente come ritratti nel film, “l’esperimento Philadelphia”), riscaldamento anomalo di metalli, senza che fondano i materiali adiacenti, rotture spontanee di metalli (che si separano con modalita’ di scorrimento laterale ), e cambiamenti sia provvisori che permanenti della struttura cristallina e delle proprieta’ fisiche dei metalli stessi.
La levitazione di oggetti pesanti causata dall’EH
non é- ripeto non é- il risultato di semplice levitazione elettrostatica o elettromagnetica. Dichiarare che queste forze da sole possano spiegare il fenomeno, é palesemente ridicolo e confutabile facilmente solo provando ad utilizzare tali metodi per duplicare quello che l’EH ha ottenuto. Esso é stato ben documentato sia su film che su videotape ed é stato effettuato molte volte alla presenza di numerosi e stimati scienziati ed ingegneri.
Chi volesse condurre esperimenti in proprio, sappia che l’apparato deve essere limitato a 75 watt di potenza provenienti dalla rete elettrica (110 Volt, CA), che é tutto ciò che usa l’apparato di Hutchison
per fare levitare una palla di cannone da 27 Kg…..
La fusione di materiali dissimili, che é estremamente eccezionale, indica chiaramente che l’EH ha una potente influenza sulle forze di Van der Waals. In un esperimento impressionante e sconcertante, materiali dissimili divennero semplicemente un “insieme”, pur non essendo possibile dissociarli.
Un blocco di legno puo’ semplicemente
“penetrare dentro” una barra di metallo, tuttavia né la barra di metallo né il blocco di legno si sfasciano. Inoltre, non c’é alcuna prova di spostamento della materia (o spiazzamento), come si verificherebbe, ad esempio, ponendo una pietra in un bicchier d’acqua.
Il riscaldamento anomalo di metalli senza bruciare o bruciacchiare i materiali adiacenti (di solito legno) é un’indicazione chiara che la natura del calore potrebbe non essere stata completamente capita. Tutto ciò ha implicazioni di vasta portata per la termodinamica, che dipende completamente dalla presunzione di tale conoscenza. Il riscaldamento anomalo esibito dall’EH mostra chiaramente che abbiamo molto da imparare, specialmente laddove si incontrano termodinamica ed elettromagnetismo.
Lo spaccarsi spontaneo dei metalli, cosi’ come si verifica con l’EH , é specifico per due ragioni: (1) non c’é alcuna prova di una “forza esterna” che causi lo spaccarsi e (2) il metodo con cui il metallo si separa, implica un movimento di scorrimento in una direzione trasversale, orizzontalmente. Il metallo semplicemente si sfalda.
Alcuni cambiamenti temporanei della struttura cristallina e delle proprieta’ fisiche dei metalli ci fanno ricordare la “curvatura del cucchiaio” di Uri Geller, a parte il fatto che
non c’é nessuno vicino al pezzo di metallo quando hanno luogo i cambiamenti. Un video mostra un cucchiaio che sventola come una bandiera al vento. Nel caso di cambiamenti permanenti, una barra di metallo sara’ dura come l’ acciaio ad una estremità e morbida come piombo polverizzato andando verso l’altro lato: questa é una forte evidenza di una influenza sulle forze di Van der Waals.
Le interferenze di onde radio implicate nella produzione di questi effetti, sono prodotte da piu’ di quattro o cinque differenti sorgenti radio, tutte operanti a bassa potenza. Tuttavia, la zona in cui le interferenze hanno luogo é sollecitata da centinaia di chilovolts.
Si suppone, da parte di alcuni ricercatori, che quello che Hutchison ha fatto, sia stato aprire il rubinetto dell’Energia del Punto Zero (ZPE). Questa energia prende il suo nome dal fatto che é evidenziata da oscillazioni a zero gradi Kelvin, dove é supposto che tutte le attività in un atomo cessino. Questa energia é associata ad emissioni spontanee e annichilazione di elettroni e positroni che provengono dal cosidetto “vuoto quantico”. La densità dell’energia contenuta nel vuoto quantico é stimata esser pari a dieci alla tredicesima
(10^13) Joules per centimetro cubo, un’energia che sarebbe capace di far evaporare gli oceani della Terra in un attimo!
Accedendo a tali energie, c’é poco da meravigliarsi che l’EH produca fenomeni così bizzarri. Attualmente é difficile riprodurre i fenomeni con qualsiasi regolarità. L’obiettivo su cui concentrarsi in futuro, quindi, é prima di tutto aumentare la frequenza di occorrenza degli effetti, quindi ottenere una maggior precisione nel loro controllo. In questo momento il lavoro continua. Entro breve tempo, intendiamo vedere quali progressi potranno nascere.”

 

fonte: http://www.webalice.it

 

Posted in cronaca, curiosità, fisica, Hutchison effect, Levitazione, magnetismo | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , | 2 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: